Abbigliamento · Cashmerefolie · Collaborazioni · Handmade · Idee Regalo · Prodotti bebè · Rewiew

Maglieria artigianale a misura di bimbo con Cashmerefolie

Ho sempre apprezzato il “lusso” di un pezzo unico. La fortuna di avere tra le mani un articolo esclusivo e di inestimabile valore. Se l’oggetto in questione è realizzato a mano, la ricchezza è davvero notevole. Scopriamo insieme il mondo di Cashmerefolie…     Cashmerefolie nasce da un’idea di Sara. O meglio, Sara quasi tris mamma, ha trasformato una lunga tradizione familiare in un e-commerce moderno. Da pregiati filati 100% made in Italy nascono capi unici, confezionati sul momento e rifiniti a mano con amorevole cura. Nel sito internet , su instagram e nella pagina Facebook sfilano ogni giorno le sue creazioni. I suoi scatti  sono semplici e portano il cliente in negozio comodamente dal proprio smartphone. Per Sara la chiave vincente è raccontare la sua quotidianità con gli occhi di mamma e imprenditrice. Le due cose sono indissolubili e spesso tra le modelle troviamo le sue due bimbe, che sorridono e giocano indossando teneri completini. E’ proprio grazie alla sua vita da mamma che ha preso piede l’idea di un artigianato a misura di bebè. Nel laboratorio del suo showroom sono nate pian piano tenere creazioni indirizzate alle neo mamme ed ai loro pargoli. Scaldacuore, pagliacetti, body con cuffiette coordinate, scaldamuscoli e le immancabili copertine… Leggi di più… Maglieria artigianale a misura di bimbo con Cashmerefolie

Allattamento · Humana · Prenatal · Prodotti bebè · Rewiew

Latte in polvere: 3 oggetti per velocizzare la preparazione

Sono fortemente convinta che nutrire il proprio bambino al seno sia la cosa più dolce del mondo. Non tanto per la mamma, che amerà quel gesto così profondamente da superare con una forza eccezionale ragadi, denti e insonnia. Quanto per l’esclusività che si crea tra mamma e figlio in quel momento. Quasi ci fosse ancora il cordone a tenerli uniti. Come nella pancia, meglio della pancia : perché il bambino è lì, lo si può toccare, osservare, accarezzare. Io non ho allattato, nonostante lo desiderassi con tutta me stessa. Una volta superata questa mancanza mi sono avventurata con serenità nel mondo del latte artificiale. La scelta del latte va’ discussa e concordata con il pediatra o con le figure sanitarie in ospedale. Posso dirvi che, nel mio caso, ho dovuto cambiare marchio tre volte per trovare un equilibrio con il reflusso di Riccardo. Una volta stabilito il brand e la formulazione (esistono sia liquidi che il polvere) bisognerà prender confidenza con gli “oggetti del mestiere”. Io che ho sempre utilizzato il latte in polvere sono partita dall’acqua. La scelta dell’acqua non va’ mai sottovalutata anche nei primissimi giorni di vita, per i lattanti è necessario tener conto dei seguenti fattori: Residuo fisso… Leggi di più… Latte in polvere: 3 oggetti per velocizzare la preparazione

Alimentazione · Collaborazioni · Nuby · Prodotti bebè · Rewiew · Svezzamento

Alla scoperta della Wonder Cup di Nuby

Si ha spesso la tendenza a considerare i neonati tali fino al primo anno di vita. Certo sono piccoli, ma nel corso di quei dodici mesi, i loro progressi sono sbalorditivi. Già dal terzo mese iniziano ad afferrare gli oggetti, e da lì il cammino è pieno di traguardi e scoperte. Personalmente ho sempre incoraggiato Riccardo all’autonomia: dal sonno al gioco fino al cibo. Ho cercato di tutelare la sua indipendenza e favorire con spontaneità  ogni suo gesto lasciandolo libero. Questo è il mio modo di essere mamma, e da mamma cerco questa filosofia negli acquisti diretti a lui. Quando ho scoperto la #wondercup di Nuby sono rimasta estasiata. In quel piccolo oggetto colorato ho trovato tutti i principi che vorrei trasmettere a mio figlio. La #wondercup è un oggetto di transizione tra il biberon da tavolo e il bicchiere, Perchè il bicchier-tazza di Nuby è un oggetto che, a partire dal sesto mese, facilita l’autonomia a tavola. Come? Ha un bordo antigoccia che fa fuoriuscire i liquidi solo tramite la suzione del bambino; E’ dotato di un pratico tappo di chiusura per rendere la tazza igenica e pulita; Ha due pratici manici per favorire la presa del bambino; Se la tazza si… Leggi di più… Alla scoperta della Wonder Cup di Nuby

Abbigliamento · Napisan · Prodotti bebè · Rewiew

La prima lavatrice e Napisan

La prima lavatrice non si scorda mai.   Ricordo ancora con quanta premura inserivo il primo corredino nel cestello e quante paure nascevano in me. Si infeltrirà? Perderà colore? Diventerà più piccolo? Profumerà delicatamente? Ma sopratutto sarà disinfettato? Perché diciamocelo, le prime lavatrici sono le più semplici. Il bimbo non è ancora nato e i vestitini più che sporchi sono solo da rinfrescare. Poi, quando quel frugoletto arriva a casa capiamo veramente cosa ci aspetta. Copiosi cambi con macchie di rigurgiti, fuoriuscite di pupù e ceste che si accumulano. Inizialmente decido di ammucchiare i suoi vestitini per fare una lavatrice solo per lui , man mano mi rendevo conto che è impossibile fare dei mezzi carichi e iniziavo a mettere tutto insieme. Asciugamani ed accappatoi umidi sono il terreno ideale per la proliferazione di funghi e batteri e accumulare  ceste per giorni potrebbe nuocere al sistema immunitario del neonati che non è del  del tutto formato e non è in grado di contrastare l’azione di virus e batteri come gli adulti. Il dubbio su come “preservare” la sicurezza nel lavaggio aumentava a dismisura aggiungendo anche i nostri vestiti. Io ho scelto Napisan Additivo Liquido che con la sua tripla azione: rimuove germi… Leggi di più… La prima lavatrice e Napisan